23 febbraio 2011

Le castagnole…

In questo periodo carnevalesco molte sono le ricette che avrei voglia di preparare, frappe, strufoli, zeppole, però alla fine decido sempre per le magiche castagnole. Quest’anno la mia attenzione si è rivolta a quelle realizzate dal mio amico Fabrizio de “L'Esterina”, così invitanti da farmi decidere di provare la sua versione. Le castagnole, sono un classico per molte regioni italiane, nella cucina romana tipiche sono quelle semplici, quelle senza ripieno per intenderci, fritte e avvolte nello zucchero.

Immagine 010 copia

INGREDIENTI
  • 250 g. farina 00
  • 2 uova intere
  • 50 g. di zucchero semolato
  • 40 g. di burro
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale (anche no)
  • mezza tazzina di RUM
  • olio di semi di arachidi per friggere

PREPARAZIONE
Il procedimento è molto semplice, mettete in una terrina la farina, il lievito, la vanillina e il burro, aggiungete quindi le uova, la scorza di limone e il RUM. Amalgamate bene il tutto, fino ad ottenere un impasto  morbido. Fatelo riposare per almeno 30 minuti nel frigorifero avvolto con della pellicola trasparente. Poi prendete l’impasto, stendetelo fino a ricavare dei cilindretti di circa 2 cm di diametro, dopo averli tagliati a pezzetti, (non troppo grandi), arrotolateli tra le mani fino ad ottenere delle palline. Friggete in abbondante olio di arachidi, scolate e depositate su carta assorbente. Avvolgete infine le castagnole con lo zucchero semolato.
Buon carnevale.

Immagine 021 copia

3 commenti:

  1. ciao è un piacere conoscere questo
    bellissimo blog
    le foto poi sono meravigliose
    a presto katya

    RispondiElimina
  2. Grazie Katya, sono appena all'inizio di questa esperienza di food blogger e le cose da imparare sono tante, però ci metto passione.
    ciao e a presto

    complimenti per il tuo blog, ottimo il dettaglio fotografico delle fasi della ricetta...

    RispondiElimina
  3. che belle foto davvero e anche le ricette sono succulente. apresto monica

    RispondiElimina